Disturbi di apprendimento



Dislessia (disturbo della lettura)

E' un disturbo specifico dell'apprendimento caratterizzato da difficoltà di lettura ad alta voce e da scarse abilità di scrittura. Le cause possono essere interne, come deficit intellettivi o sensoriali, oppure esterne, come mancanza di istruzione adeguata o ambiente non adatto. La dislessia può presentarsi in varie forme e gradi di gravità (superficiale, fonologica, profonda).

Il percorso terapeutico dev'essere valutato di volta in volta in base al singolo caso e alle caratteristiche psicologiche del soggetto. In genere si avvale di due tipi di "itinerari" di cura, quello che mira a correggere le lacune nelle capacità di base del paziente e quello specifico per aumentare le capacità di lettura.

Disgrafia (disturbo di scrittura)

Disturbo che riguarda la difficoltà a riprodurre segni alfabetici e numerici. Si presenta generalmente nella fase di personalizzazione della scrittura, ovvero più o meno intorno alla terza classe elementare.

Si distingue in particolare per una scorretta impugnatura della penna, una palese fatica a utilizzare lo spazio di scrittura a disposizione, una pressione non calibrata della mano sul foglio e, a volte, un'inversione del verso di scrittura.

Come per la dislessia, le terapie generalmente utilizzate seguono due itinerari, uno relativo alle competenze di base, l'altro più specifico per lo sviluppo delle abilità di scrittura.

Disortografia

Anche la disortografia è un disturbo specifico della scrittura, spesso concomitante alla disgrafia, in cui si presentano difficoltà a tradurre il linguaggio parlato in linguaggio scritto.

Il sorgere di tale disturbo non deriva da scolarizzazione inadeguata o deficit motori o sensoriali, bensì da una difficoltà di linguaggio, da scarse abilità visive o uditive, o da lentezze nello sviluppo dell'organizzazione spazio-temporale o della simbolizzazione grafica.

Discalculia (equivalente matematico della dislessia)

Disturbo che affligge le normali abilità numeriche e aritmetiche generalmente determinato da fattori genetici e da disfunzioni cerebrali. Rientra nelle psicopatologie e la sua comparsa è piuttosto rara.

Altre tipologie di difficoltà di apprendimento del sistema numerico e di imparare le procedure di calcolo non sono perciò riconducibili a questo disturbo.